Stefano Zamagni - Il Terzo settore del dopo Riforma

Proponiamo di seguito uno scritto del professor Stefano Zamagni, Professore a contratto della Scuola di Economia, Management e Statistica presso Alma Mater Studiorum Università di Bologna e caro amico di ACEF, in merito al "Codice del Terzo Settore", entrato in vigore il 3 agosto 2017, approvato dal D. Lgs. 117/2017.

 

Il professor Zamagni fissa l'attenzione su quelli che definisce "gli aspetti che costituiscono l'impianto, per così dire filosofico, della Riforma".

 

"La tanto attesa riforma organica del nostro Terzo Settore è ora realtà. Il 3 agosto scorso è entrato in vigore il "Codice del Terzo Set­tore", approvato dal D.Lgs.117/2017. Si ratta del più corposo dei cinque provvedimenti emanati in attuazione della legge di Riforma 106/2016. (Gli altri quattro riguardano il servizio ci­vile universale, l'impresa sociale, il 5 per mille, la Fondazione Italia Socia­le - quest'ultimo provvedimento non ancora emanato, però). Per i prossimi mesi si attendono i decreti ministeriali attuativi delle nuove norme, dopo di che si potrà dire che la Riforma sarà­ andata a regime. È bene tenere a men­te che la Riforma di cui qui si parla è la prima del genere nel nostro Paese, trattandosi della prima legge civilistica che riconosce piena identità giuridica agli enti di Terzo Settore - dal volon­tariato alle associazioni di promozione sociale; dalle cooperative sociali alle imprese sociali; dalle rondazioni civi­li alle ONG - operanti in Italia. Si è così mosso un passo importante nel passaggio dal "diritto degli enti di Terzo Settore" al "diritto del Terzo Settore".
 

La Riforma è il punto di arrivo di un lungo percorso deliberativo iniziato..." Leggi tutto

 

application/pdf icon
Codice del Terzo Settore - Stefano Zamagni
Stefano Zamagni - Il Terzo settore del dopo Riforma