Pronti per le Reti - Sondaggio condotto dal CETIC dell'Università Cattaneo presso i Colleghi di Busto Arsizio

Segnala ad un amicoSegnala ad un amico

...“Pronti per le reti” è un progetto che nasce nel contesto dell’ODCEC di Busto Arsizio con l’obiettivo di rilevare il grado di “maturità” dei professionisti rispetto al tema delle “aggregazioni”. Il progetto ha coinvolto tre soggetti, ODCEC di Busto Arsizio, CETIC (Centro di ricerca della LIUC - Università Cattaneo) e Si-Net S.r.l.: la complementarietà dei ruoli ha consentito di studiare il tema delle aggregazioni tra professionisti considerando sia gli aspetti tecnologici che quelli organizzativi del contesto analizzato, nonché le peculiarità dell’Ordine preso in esame. Il CETIC, che focalizza la propria attività di ricerca e consulenza sulla “tecnologia valorizzata attraverso le persone”, ha rappresentato il trait d'union tra i diversi approcci.
La professione oggetto di questo studio si trova oggi a operare in un contesto in cui l’evoluzione normativa, che produce inevitabilmente impatti sull’oggetto della professione, è legata a doppiofilo con l’evoluzione del mercato e quindi con il sistema socio economico in cui il professionista si trova ad operare. La crescente richiesta di competenze specifiche da parte dei clienti pone il professionista di fronte a una scelta tra due differenti direzioni: da un lato la profondità di specializzazione su determinate materie, dall’altro l’ampiezza dei servizi offerti, intesa come eterogeneità delle competenze offerte sul mercato.
Far parte di una “rete” di professionisti può configurarsi come una soluzione che cerca di ottemperare a entrambe le esigenze, poiché consente sia di ridurre i costi, ricorrendo anche alla centralizzazione di attività a basso valore aggiunto, sia di ampliare i servizi mettendo a fattor comune competenze specifiche. I risultati dell’indagine, condotta tramite la diffusione di una survey online, mettono in luce gli ampi spazi di crescita e miglioramento sulle aree di specializzazione meno legate alle attività “tipiche” del commercialista (che risultano essere contabilità, bilancio e consulenza fiscale). Se da un lato infatti emerge chiaramente una professione saldamente legata alle suddette materie, dall’altro si nota come i rapporti di collaborazione ad oggi mappati insistano anche su aree in cui il grado di specializzazione del singolo è mediamente basso.
La propensione alla collaborazione, facilitata anche da strumenti informatici tramite i quali è possibile erogare “servizi per la rete”, è stata mappata tramite una survey composta da sette sezioni tematiche, per un totale di 35 domande: la struttura e i contenuti del questionario sono stati interamente progettati ad hoc per il contesto di riferimento, tramite il confronto continuo tra il gruppo di ricerca del CETIC e i referenti dell’ODCEC di Busto Arsizio, nonché interviste individuali con un campione rappresentativo degli iscritti all’Ordine. ..."

 

In allegato potrete trovare il sommario completo e il report del sondaggio svolto dal CETIC presso gli iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Busto Arsizio.

application/pdf icon
Pronti per le Reti - Executive Summary
application/pdf icon
Pronti per le Reti - REPORT